Il consulente seo nel 2017

You can find the original content here  Original Post

Consulenza SEO Milano 2017

Consulenza SEO 2017

La consulenza seo è richiesta da ogni azienda che vuole promuovere la sua attività online tramite ricerca naturale o sia tramite search engine optimization.

Una consulenza seo parte dalle analisi preliminari che comprendono, lo studio dei competitors, l’analisi delle serp principali, lo stato attuale del sito web, l’organizzazione dei contenuti, la struttura delle pagine.

Una volta effettuate le analisi il consulente seo, procede alla stesura di un piano di progetto per ottenere i risultati richiesti dal cliente, oppure in mancanza di un reparto di digital marketing, quelli proposti.

Una volta individuati i punti deboli del sito, si procede alla sua ottimizzazione seo, introducendo nuovi contenuti o migliorando quelli esistenti in modo da renderli più appetibili ai motori di ricerca.

Semantica e keywords

L’introduzione di keywords può sensibilmente migliorare il posizionamento seo, ed è per questo che un consulente deve conoscere molto bene le tecniche di indicizzazione, il comportamento dei motori di ricerca, la ricerca semantica.

Il consulente seo, deve produrre un documento per migliorare la semantica html, cioè l’organizzazione gerarchica dei contenuti, titoli h1, sottotitoli ecc. Evitare di avere duplicazioni sia di titolo che di meta ma soprattutto di contenuto. Nel caso ci siano più pagine con gli stessi testi il consulente seo può utilizzare il rel=”canonical” per indicare a google quale sia la pagina da indicizzare senza subire penalizzazioni.

Google al centro della SEO

Ottimizzato il sito, si deve attendere che google lo legga e può impiegare diverso tempo. E’ importante avere una site map impostata all’interno della search console in modo da comunicare al motore di ricerca l’aggiunta di una pagina o il suo aggiornamento.

Un parametro importante nell’ottimizzazione è incrementare le performance del sito, in modo da renderlo veloce anche per smartphone e tablet. Per verificare il corretto sviluppo del sito e monitorare la velocità agli occhi di google si può ricorrere alla PageSpeed Tools Insights.

Il consulente seo deve poi procede al miglioramento della link reputation. Per fare questo può utilizzare il link baiting, cioè scrivere contenuti di una qualità tale da ricevere link naturali al cento per cento, oppure tramite press release ed article marketing.

Il Monitoraggio costante

Con il moniotaggio si chiude la consulenza seo, che può durare da 6 mesi ad una anno. Il tempo necessario affinché la link building abbia i suoi effetti.

Se il sito è già considerato trust da google, occorrerà ricercare link di qualità, per non peggiorare i parametri di riferimento quali indicatori del rank del sito.

Nel 2017 è molto importante non esagerare con la link building, ma mettere i link solo dove è necessario in modo da non incappare in penalizzazioni algoritmiche, ed evitare quelle future.

Web Communication Tools
Digital Magazine Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *